Haiti

30 Settembre 2010
Distribuzione acqua al campo sfollati di Delmas, Haiti. Credits:OxfamInternational

In fila per l’acqua

Haiti

I problemi del paese

Le proporzioni del sisma del gennaio 2010 sono enormi per un paese che viveva già nell’emergenza e la rinascita di Haiti è una delle sfide dei nostri tempi. Prima del terremoto, il 58% della popolazione non aveva accesso all’acqua pulita e il 47% alle cure sanitarie di base. Il sisma ha lasciato più di 200.000 morti e 2 milioni di senzatetto.

Cosa facciamo

All’indomani del terremoto, siamo scesi in prima linea portando acqua potabile e assistenza a feriti e senzatetto. Leggi il rapporto a un anno dalle attività.
Lavoriamo sulla vocazione caffeicola del paese per renderlo indipendente e aiutarlo a risollevarsi grazie alle potenzialità del proprio territorio.

 

Haiti. Piantine di caffè a dimora

Piantine di caffè a dimora

Sosteniamo i piccoli produttori di caffè nel Dipartimento del Sud di Haiti, a Les Cayes,con l’obiettivo di creare una cooperativa di produttori in grado di coltivare e vendere caffè di qualità su mercati locali e internazionali, guadagnando dalle loro piantagioni. Scarica l’articolo sul progetto su Vanity Fair del 13 giugno 2012.

 

 

La tenda del nostro operatore, Haiti. Credits: Federico Saracini/Oxfam Italia

Il nostro ufficio a Port-au-Prince

Il nostro cooperante ad Haiti, Rafael Taveras, ci racconta quello che abbiamo fatto la scorsa estate nell’ospedale da campo di Leogane.

 

 

 

La nostra rivista di marzo 2010 è dedicata ad Haiti. A due mesi dal terremoto che ha colpito il paese, vi raccontiamo cosa stiamo facendo e cosa pensiamo di fare per il suo futuro. Perchè il futuro, per gli haitiani, sia veramente possibile.  Scarica il numero della rivista Emergenza Haiti (in pdf). E per saperne di più leggi anche il rapporto delle attività a un anno dal terremoto e la testimonianza del nostro operatore.