Maysa Abdel Razaq Al Akhras e i figli, rifugiati in Libano. Credits: Sam Tarling/ Oxfam

Rifugiati siriani in Libano

Mentre i lavori del G8 si aprono oggi in Irlanda del Nord, la crisi siriana ha raggiunto un momento cruciale: 93.000 persone hanno già perso la vita, otto milioni di siriani hanno bisogno urgentemente di aiuto e 1,6 milioni di rifugiati sono sfollati nei paesi vicini. Le Nazioni Unite hanno lanciato il più grande appello per l’assistenza umanitaria della loro storia.


“E’ giunto il momento che il G8 disegni un piano d’azione concreto per rilanciare il processo di pace iniziato a Ginevra coinvolgendo tutte le parti in causa. Ogni soluzione non politica, ed in particolare l’invio di armi alle parti in conflitto aumenterà solo gli spargimenti di sangue e l’instabilità regionale”, dichiara Elisa Bacciotti, direttrice campagne di Oxfam Italia. “E’ essenziale che il G8 individui una data certa per la convocazione di una conferenza per la pace in Siria a Ginevra: gli Stati Uniti, la Russia e la Presidenza UK del G8 hanno espresso il proprio sostegno ad un processo politico, ma chiediamo che a queste parole seguano fatti concreti, anche con il sostegno degli altri paesi G8. L’Italia ha un ruolo e un interesse particolare a preservare la pace e la stabilità in Siria ed in Medio Oriente. Ci aspettiamo che il nostro paese possa contribuire a fermare il trasferimento di armi e munizioni alle parti in conflitto, sia all’opposizione che al governo, e lavorare per una soluzione politica” prosegue Bacciotti.

La Conferenza di pace di Ginevra rappresenta una timida speranza in un quadro preoccupante. Oggi milioni di siriani sono lasciati a loro stessi mentre la comunità internazionale, profondamente divisa, non riesce a fronteggiare le conseguenze umanitarie del conflitto. L’appello delle Nazioni Unite è stato finanziato solo per il 28%. Oxfam – che collabora con organizzazioni locali in Siria e assiste i rifugiati siriani in Libano e Giordania – chiede al G8 di migliorare l’accesso umanitario all’area, utilizzando la loro influenza sulle parti in conflitto per fare in modo che l’aiuto raggiunga chi ne ha bisogno.

Per donare clicca qui oppure fai un versamento sul ccp N° 14301527 intestato a Oxfam Italia (causale Emergenza Siria)

Oxfam Italia – Ufficio stampa – mariateresa.alvino@oxfamitalia.org +39.348.9803541
Al G8 Media Centre di Lough Erne sarà presente Elisa Bacciotti, Direttrice Campagne di Oxfam Italia: elisa.bacciotti@oxfamitalia.org + 39.328.4364406