Le insegnanti che accompagneranno l’iniziativa “Yoga for water”

30 Aprile 2019

ANNA OVCHINNIKOVA

Anna OvchinnikovaHa cominciato a studiare e praticare lo Yoga all’età di 12 anni con un libro Yoga e Meditazione che aveva suo padre praticando da sola pranayama e provando a meditare.

All’età di 18 anni, ha iniziato a frequentare una scuola di Hatha Yoga a Kiev, dopo intensi anni di pratica e formazione yoga ha deciso di approfondire le sue conoscenze e la sua pratica vivendo in India per circa 1 anno.

Nei successivi anni, ha continuato ad arricchire le sue conoscenze ed esperienze attraverso lo studio della filosofia dello yoga e la meditazione come pratica quotidiana delle asane e pranayama e kriya yoga meditazione.

Durante questi anni ha acquisito esperienza ed abilità praticando con molti insegnanti di livello internazionale in India, Stati Uniti e Europa, varie discipline di Yoga quali il Kriya Yoga, Hatha Yoga, Ashtanga, Vinyasa, Kundalini yoga e ottenendo la certificazione come Yoga Alliance RYT (200h) in 2013, (Experienced Registered Teacher Yoga) e K.R.I. (Kundalini Reaserch Institute) nel 2015.

CRISTINA BAZZANELLA

Cristina BazzanellaHa iniziato a praticare lo yoga dal 2011 interessandosi fin da subito il che l’ha portata ad approfondirla attraverso diversi workshop con Lino Miele, che ha seguito per alcuni anni. Successivamente ha incontrato Elena De Martin, che ha seguito per diversi anni e grazie alla quale ha avuto modo di fare una grande esperienza nell’insegnamento all’interno della sua scuola.
Dal 2005 la sua dedizione alla pratica è diventata quotidiana e vissuta con grande serietà, questo l’ha portata a viaggiare nel mondo per incontrare altri maestri tra cui Rolf Naujokat e Marci Ciu, Louis Ellis, Eddie Stern. Nel 2008 ha partecipato al teacher training di David Swenson e Shelley Washington. Nell’estate del 2009 ha incontrato per la prima volta Sharat Rangaswami, nipote di S.K.Pattaby Jois in occasione di un suo retreat a Copenhagen. Nel 2013 consegue la certificazione Yoga Alliance RYT (Registered Yoga Teacher) 200h e nel 2016 in concomitanza con la sua seconda gravidanza segue un corso di Raja Yoga per diventare insegnante per donne in gravidanza. Nel 2017 consegue la certificazione K.R.I. (Kundalini Reaserch Institute).

ANNA KOSTINA

Anna KostinaNata e cresciuta a Mosca e poi trasferitasi da giovane a Milano, Anna dopo un primo approccio e un periodo di abbandono si interessa nuovamente allo yoga come forma di ginnastica. Dopo aver intervistato l’insegnante di yoga Barbara Zerbini riprende in maniera profonda l’interesse per lo yoga andando al suo primo ritiro con Barbara e Luca Compare, una esperienza talmente forte che aveva deciso assolutamente di trovare il modo per organizzare dei ritiri nel loro chalet in montagna per far stare bene la gente. “Battevo tutte le porte, cercando qualcuno chi vorrebbe aiutarmi e la prima persona che mi ha dato una mano era Anna Ovchinnikova, ci siamo conosciute allora per non lasciaci mai. Da li in avanti abbiamo organizzato tanti ritiri”. Incomincia ad insegnare Hatha, Vinyasa, Kundalini ed Ashtanga Yoga, e con il passare del tempo anche lo yoga facciale. In questi anni il suo approccio con lo yoga è andato ben oltre ai limiti prestabiliti tempo fa di fare solo pratica fisica, ha saputo apprezzare i benefici della pratica della respirazione – Pranayama e della meditazione, prendendo Kriya da Giovanni Formisano, il suo maestro.

FRANCESCA MALETTI

Francesca Maletti“Mi innamoro dello yoga grazie alla disciplina dell’Ashtanga, che conosco nel 2010 e che pratico per diversi anni nella scuola di Lino Miele a Milano.Durante il mio percorso approfondisco diversi aspetti, dedicandomi allo studio della filosofia e dei testi sacri, dell’ayurveda e praticando meditazione Vipassana. La gravidanza mi porta ad incrociare la mia strada con quella di Surya Marialaura Bonfanti, la cui sapiente guida mi porta ad arricchire il mio percorso con un Teacher Training di yoga prenatale e post-parto, che mi regala la possibilità di condividere le mie conoscenze e accompagnare le future mamme in questo percorso di consapevolezza e fiducia”.